Cari amici,

le imminenti feste saranno l’occasione per trascorrere giorni sereni con le persone più care, condividendo momenti felici. Di momenti felici, in questo 2017 che si sta concludendo, l’Accademia dello Sport per la Solidarietà ne ha vissuti molti.

Lo splendido fine settimana che dal 3 al 5 marzo ha portato Amatrice a Bergamo, con la festa al Creberg Teatro e poi allo stadio di Bergamo per Atalanta-Fiorentina, le tante domeniche passate sui campi da golf con le nostre gare solidali, le tre settimane del Tennis 2017 a Cividino, la serata di gala alla Fiera di Bergamo, la settimana a Monguelfo e in Alta Pusteria con quindici famiglie di Amatrice, le giornate di emozioni e gioia nelle «case» delle associazioni beneficiarie dei nostri contributi. È un elenco intenso dai risultati concreti, come nella tradizione della nostra associazione.

Ma il nostro spirito ci porta a guardare sempre avanti. Negli ultimi anni, il traguardo del milione di euro donato a tante realtà del territorio è stato abbondantemente superato: con gli 80mila euro che in questo 2017 hanno sostenuto i progetti del Gruppo Alpini di Celadina, dell’Associazione Italiana Persone Down di Bergamo, della Patologia neonatale dell’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo e dell’Associazione Cure Palliative, si è raggiunta la cifra complessiva di un milione e 300mila euro.

Per il 2018, il nostro cammino solidale si legherà all’Associazione Solidarietà in oncologia San Marco e San Pietro, presieduta da Miro Radici, uomo che ha fatto la storia dell’imprenditoria bergamasca e impegnato profondamente nel sociale, per sostenere una realtà d’eccellenza nell’aiuto ai malati oncologici e nella ricerca scientifica; un secondo progetto sarà, attraverso l’Associazione Disabili Bergamaschi presieduta da Claudio Tombolini, a favore del reparto di Riabilitazione specialistica, diretto del prof. Guido Molinero, facente capo all’Asst Papa Giovanni XXIII, per la realizzazione di un percorso motorio destinato ad aiutare le persone in difficoltà deambulatoria; nuovamente saremo al fianco dell’Associazione Aiuto per il neonato, encomiabile gruppo solidale che supporta i soggetti più fragili, i bambini, e le loro famiglie.

Il pensiero corre già anche al Golden Vip 2018, il premio dedicato all’imprenditoria: nel 2018 sarà assegnato a Olivo Foglieni, imprenditore bergamasco vicino all’Accademia da tanti anni, che sta dando con il suo lavoro, con la sua professionalità e con la sua lungimiranza un importante contributo alla ricerca per la sostenibilità energetica.

Nel 2018, l’Accademia sarà anche da «esportazione»: tra il 20 e il 22 aprile, la tradizionale serata con l’intervento delle associazioni destinatarie dei nostri aiuti si trasferirà ad Amatrice, rendendone ancora più stretto il legame. Con la musica e l’allegria dell’Orchestra Bagutti e di tanti altri ospiti, verrà inaugurato il campo di calcio offerto dalla Lega Serie A e illuminato grazie all’intervento economico dell’Atalanta, che fornirà l’impianto luci in collaborazione della società «Gewiss»; verrà inoltre organizzata una partita di calcio a cui parteciperanno rappresentanti dell’Accademia, degli sponsor, della Curva Nord e di altre realtà, contro una formazione di Amatrice. Nella stessa giornata, grazie al contributo economico del campione di sci Max Blardone, amico dell’Accademia che devolverà tutto l’incasso del suo libro al progetto, verrà inaugurato un nuovo impianto sciistico in materiale sintetico e un’analoga pista per gommoni, il tutto completo di un tapis roulant per la risalita persone. E anche per questa inaugurazione è previsto un evento dimostrativo nel quale si esibiranno campioni di oggi e di ieri dello sci nazionale ed internazionale. Saranno tre giornate intense scandite dallo slogan «Bergamo con l’Accademia ad Amatrice per farla rivivere».

Con un grande abbraccio e una forte stretta di mano, l’Accademia augura a tutti gli amici, sostenitori, collaboratori e volontari un sereno Natale e un anno nuovo ricco di salute, serenità e solidarietà.