News Solidarietà

Una nuova donazione dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà. Un ecografo di ultima generazione all’Ospedale di Seriate

Una sorpresa, una donazione inaspettata, voluta fortemente dall’Accademia dello Sport per la Solidarietà insieme a Banca Mediolanum per l’Ospedale Bolognini di Seriate e arrivata anche grazie alla generosità di chi ha contribuito durante durante il concerto al Palacreberg del 24 febbraio con l’Orchestra Bagutti. Nella giornata di lunedì 1 aprile 2019 il Consiglio Direttivo dell’Accademia con Alessandro Masera, Ezio Chiesa, Franco Lamera e Giovanni Licini e i volontari dell’associazione hanno fatto visita al reparto di Chirurgia generale dell’Ospedale seriatese per la consegna ufficiale di un ecografo di ultima generazione al reparto diretto dal dottor Antonio Piazzini Albani.

“Oggi celebriamo l’ennesimo gesto di generosità dell’Accademia dello sport per la Solidarietà –ha esordito il Direttore Generale dell’ ASST Bergamo Est, dott. Francesco Locati -. Un impegno che si traduce in aiuti concreti devoluti sul territorio attraverso progetti importanti, a partire dalle donazioni di strumentazioni mediche: negli ultimi quindici anni, in totale, le donazioni hanno raggiunto il milione e 400 mila euro. Anche l’ASST Bergamo Est in questi anni ha potuto beneficiare di importanti contributi quali la climatizzazione del reparto di chirurgia dell’ospedale Pesenti Fenaroli di  Alzano Lombardo, un ecografo per il reparto di oncologia, un servizio di Telemedicina. Un grazie veramente sentito all’Accademia dello Sport per la Solidarietà, ai suoi collaboratori e a tutti i soci che con la loro sensibilità e lungimiranza sostengono progetti innovativi per una costante promozione della salute. E lo sport è in assoluto il miglior testimonial possibile dei benefici che se ne possono ottenere”.

“L’ecografo donato è l’ultima generazione di un portatile touch screen della Philips (Inno Sight) ad alta risoluzione che permette anche la diagnostica vascolare mediante ecocolordoppler –ha affermato il dottor Piazzini Albani presentando il macchinario ai volontari dell’Accademia-. Ha in dotazione due sonde ecografiche, una stampante dedicata e un carrello specifico adatto ad ottimizzare l’utilizzo dello strumento. Permette di valutare in tempi rapidissimi, per esempio nella struttura di Pronto soccorso, se il paziente ha necessità immediata di essere portato in sala operatoria. Grazie anche al contributo di Mediolanum è ora possibile avere a disposizione uno strumento utilissimo per il percorso di diagnosi e cura”.

A nome dell’Accademia ha fatto gli onori di casa Giovanni Licini, già sceso in pista insieme ai suoi collaboratori per i nuovi appuntamenti del 2019, i tornei di golf e il Tennis di Cividino, quest’ ultimo in programma dal 16 maggio al 7 giugno. L’idea di questa donazione è nata proprio da un suo necessario pit-stop nella struttura seriatese.

“Essendomi fermato qua qualche giorno ho avuto modo di parlare da vicino con il dottor Piazzini Albani e capire le esigenze dei ricoverati -sono le parole di Licini-. Uno strumento come questo serve per “analizzare il corpo umano” in modo più rapido e preciso, indispensabile al giorno d’oggi. L’Accademia è riuscita ancora a sorprendere, diamo sempre una mano, quell’aiuto prezioso in più per garantire un servizio sanitario più veloce possibile collaborando con le strutture del territorio”

Un altro progetto, infine, vedrà protagonista l’Accademia dello Sport proprio con l’Ospedale Bolognini e il fondamentale supporto di “Progetto Giardino” di Pinuccio Mauriello, un’area nel cortile interno alla struttura di un giardino con la possibilità per i pazienti e i loro visitatori di trovare uno spazio per un momento di tranquillità e rilassamento.

La zona “relax” si trova in prossimità del padiglione delle Chirurgie, dove è pure presente un platano monumentale e va nel solco dei cosiddetti “healing gardens”, giardini che possono svolgere una funzione di supporto nel percorso di cura. Infatti esiste una letteratura che sottolinea effetti positivi dei giardini (piante, fiori, giochi d’acqua…) sui livelli di stress, ansia, rabbia e dolore, inducendo uno stato di rilassamento, dimostrabile grazie a studi effettuati con la misurazione delle variazioni di parametri fisiologici come la pressione sanguigna, la tensione muscolare, l’attività elettrica del cervello o le pulsazioni cardiache.