Casa nostra? Si, AlbinoLeffe-Accademia del Tennis
IL LOGO DELL’ACCADEMIA SULLE MAGLIE DELLE SQUADRE GIOVANILI

Il logo dell’Accademia del tennis sulle maglie delle squadre del settore giovanile dell’AlbinoLeffe. È questa una delle novità che la società seriana ha messo in campo per la stagione 2008/2009. L’idea non é nata per caso. Quando il presidente della celeste, Gianfranco Andreoletti, ha conosciuto Giovanni Licini, promotore del Tennis Vip, in occasione dell’ultima edizione del torneo, nel quale Andreoletti ha ricevuto il Vip d’onore, si è subito capito che da quell’incontro poteva nascere qualcosa di particolare.
I principi e le modalità con cui l’Albinoleffe si è sempre mosso nel mondo del calcio professionistico, sono subito piaciuti a Giovanni Licini che ha cercato di trovare un modo per legare il nome dell’AlbinoLeffe al Vip. Detto, fatto. Sulle maglie del settore giovanile seriano, dagli allievi nazionali ai pulcini provinciali, è stato apposto il logo dell’Accademia del Tennis che così farà il giro d’Italia. L’intenzione è quella di far parte di questo progetto, dando in qualche modo una mano con l’auspicio che aumentare ancor di più la popolarità di questa iniziativa possa, di conseguenza, far lievitare anche la raccolta fondi e la possibilità di aiutare sempre più enti a svolgere il loro lavoro nel sociale.
E c’è da dire che i risultati di quest’anno potrebbero regalare all’AlbinoLeffe e all’Accademia del Tennis, grandi soddisfazioni anche sul piano del gioco. Sono ben tre, infatti, le squadre in corsa per la qualificazione alla fase finale, in pratica tutte quelle che partecipano a un campionato nazionale. Allievi e Giovanissimi, per il settore giovanile, ai quali potrebbero andare ad aggiungersi la Primavera.

Se dovessero fare l’en plein scriverebbero un’altra bellissima pagina della storia bluceleste; mai, infatti, è capitato, che tutte e tre centrassero la qualificazione per giocarsi lo scudetto di categoria. Se così fosse il logo del tennis vip accederebbe a ulteriori palcoscenici, quelli delle finali nazionali, dove si è soliti vedere soprattutto i grandi club. Il risultato è il frutto del lavoro messo a segno negli ultimi anni dallo staff del settore giovanile guidato da Innocenzo Donina e che, proprio da questa stagione, può avvalersi anche di una nuova figura, quella del maestro della tecnica. Un ruolo pensato prendendo esempio niente meno che dalla Juventus.

Sulla falsariga del club bianconero l’AlbinoLeffe ha pensato di individuare una persona che potesse lavorare per migliorare a livello individuale le capacità tecniche e tattiche di ciascun giocatore. Il ruolo è ricoperto da Giovanni Bonavita che, in stretta collaborazione con tutti gli allenatori del settore giovanile, cerca di portare ciascun giocatore a diventare il più completo possibile in ottica di un eventuale passaggio in prima squadra, appianando ogni singola carenza tecnico-tattica. Tutto questo lavoro si svolge all’interno del Centro Sportivo di Zanica che sta diventando la base operativa a tutti gli effetti della società bluceleste, a testimonianza della serietà e delle intenzioni di crescita della società serena. Attualmente il Centro è costituito da due campi da gioco, una struttura che ospita gli uffici e una che invece è stata adibita a spogliatoi. Il progetto d’ampliamento, però, ha prospettive ambiziose.

Sono già partiti i lavori per la realizzazione di un campo in erba sintetica. A seguire, con una tempistica obbligatoriamente più rallentata, visto il tipo d’intervento, verranno realizzati tre nuovi edifici che ospiteranno gli uffici societari, gli spogliatoi, sia quelli della prima squadra che quelli per i ragazzi del settore giovanile, i magazzini e una palestra. Non è finita qui. Sul lato destro del Centro verranno costruiti altri due campi da gioco.
Alla fine l’U.C. AlbinoLeffe avrà un Centro Sportivo con cinque campi da gioco, di cui uno in sintetico, ma soprattutto avrà una struttura in grado di ospitare prima squadra e settore giovanile, con l’intento di far crescere insieme i campioni di oggi e quelli di domani.