News

IL VIP 2010 ALZA IL SIPARIO E L’ASTICELLA: NUOVA SCALATA DA QUOTA 500 MILA

É la sinfonia del cuore e non poteva che essere il teatro Donizetti a far vibrare i primi accordi. “Bergamo ha un’anima grande”, ha chiosato Alessandro Masera, presidente dell’Accademia del Tennis di Bergamo, piantando il primo paletto della nuova scalata. Quella del Vip 2010 è cominciata idealmente ieri , nel foyer del Teatro Donizetti-sala Marzio Tremaglia, e riparte da quota 500mila euro, il ricavato di sei anni di solidarietà sulla punta della racchetta. La nuova spedizione, il 19° Trofeo Achille e Cesare Bortolotti-4° Trofeo Giacinto Facchetti, ha alzato il sipario ieri mattina col pubblico straripante della “prima” e ha subito cantato chiaro: novità nella continuità, ritocchi e conferme. “Si comincia il 21 maggio, si chiude il 10 giugno, in campo ci saranno oltre 300 giocatori”, ha annunciato la madrina Simona Befani passando la pallina all’organizzatore del Vip, Giovanni Licini. “Amicizia, sport, solidarietà è il trittico del nostro successo ma c’è un jolly, il nostro essere bergamaschi. Siamo primi nella caparbietà, l’ha dimostrato l’Adunata degli Alpini e il grande successo organizzativo della nostra città”. Una penna nera ideale sventola sulla testa del Vip nella settimana del cuore bergamasco al centro d’Italia. Quello del Vip sfila sotto lo sguardo delle istituzioni e sono carezze e speranze. “Bergamo è onorata di mettere a disposizione del Vip questo tempio della cultura (il Donizetti) e di premiare con una benemerenza civica Giovanni Licini”, annuncia il sindaco di Bergamo Franco Tentorio che poi si commuove ricordando Achille Bortolotti (“Una delle più grandi soddisfazioni di mio padre è averlo convinto ad assumere la presidenza dell’Atalanta”) e allora tocca alla Provincia tornare sul campo. “Ci vuole coraggio per organizzare il Vip e questo è il momento del coraggio, degli imprenditori per la gente”, batte forte l’assessore provinciale dello Sport  Alessandro Cottini e trova la risposta del collega al Turismo Giorgio Bonassoli. “Il Vip è una vetrina nel momento della vetrina: i bergamaschi hanno dimostrato cosa voglia dire accoglienza”. E mentre l’assessore allo Sport del comune di Bergamo, Danilo Minuti, promette battaglia tennistica (“Sono stato inserito a forza nel tabellone, ma il Vip è un grande spot alla nostra terra”), il cuore di Umberto Bortolotti batte un colpo più avanti. “L’8 giugno ricorrerà il ventennale della morte di Cesare, sono fiero di averne raccolto l’eredità anche al Vip”, sospira d’emozione Bortolotti. Emozione e qualità, “è il motivo per cui il Credito Bergamasco è al fianco del Vip e ci resterà ancora”, promette Angelo Piazzoli, segretario generale del Credito, main sponsor dell’edizione 2010 dopo l’esordio nel “tabellone” dell’anno scorso.

Cuore e progetti, la cordata 2010 può cominciare. Il primo chiodo l’ha piantato l’antipasto golfistico all’Albenza, 33 mila euro devoluti alle associazioni Nepios e Anvolt, il resto della salita cercherà di regalare un raggio di sole agli amici di sempre, gli Amici dell’Oncologia della Valseriana e della Valcavallina, primo destinatario della solidarietà 2010. In ricordo di don Aldo Nicoli, “ a cui verrà intitolata la nostra Casa dell’Accoglienza grazie ai vecchi amici del Vip”, annuncia Amedeo Amadeo, direttore generale del Bolognini di Seriate, e in nome dei malati di tumore, “che in Bergamasca per numero sono secondi solo alla provincia di Cremona”, ricorda Giuseppe Nastasi, primario dell’Oncologia del Bolognini. A loro andrà molto del cuore Vip, al Wheelchair Tennis, il tennis in carrozzina di casa nostra, un bel pezzo di speranza.

Sipario alzato, da venerdì 21 maggio il Vip  si trasferisce a Cividino con una doppia chicca d’esordio, l’esibizione di doppio misto con i big Paolo Canè, Cluadio Panatta, Raffaella Reggi e Cristina Casini e il gemellaggio tennistico-gastronomico-musicale con la Val Pusteria. Poi da lunedì 24 la kermesse entrerà nel vivo con due novità, la prima edizione della Coppa Elio Lodovici (doppio misto) e Le Due Torri Shopping Center (singolare B). Finali il 10 giugno, serata di gala l’11 alla Fiera. “Bergamo ha un cuore grande”, sorrideva Masera. Che la scalata continui.