News

L’ACCADEMIA RIEMPIE IL TEATRO DEL CUORE: 100MILA EURO ALLA SPERANZA

Addio Terra, 600mila euro in 9 anni sono il primo atto, ma il teatro del cuore non lascia scampo alle promesse. Mancano 400mila passi per arrivare sulla Luna, ma da mercoledì sera l’Accademia del Tennis Vip è una pattuglia in missione verso le stelle, “arrivare a un milione di euro, la nostra Luna”, annuncia orgoglioso Giovanni Licini, deux ex machina della macchina del cuore del Vip. Nell’attesa, il cielo sopra le nuvole dell’Accademia del Tennis sono i 1200 ospiti che riempiono il Teatro Donizetti come per una prima, dalla platea al loggione, guidati per mano dalla madrina Simona Befani nella serata in cui il Vip 2010 sfreccia nell’azzurro delle promesse mantenute: 100mila euro raccolti a colpi di palline, tra il torneo di golf all’Albenza e la 19à edizione del Trofeo Achille e Cesare Bortolotti-4° Torneo Giacinto Facchetti, “il moltiplicatore della solidarietà” sorride il sindaco di Bergamo Franco Tentorio, “felice di aver concesso all’Accademia il nostro teatro”.

Un teatro per puntellare la speranza dell’Associazione Amici dell’Oncologia della Valseriana e della Valcavallina: a loro il maxi-assegno da 63mila euro che muove i ricordi del direttore generale del Bolognini di Seriate e motore degli Amici dell’Oncologia Amedeo Amadeo (“Nessuno avrebbe mai pensato a un successo simile quando le nostre strade si sono incrociate”) e la commozione del primario di Oncologia del Bolognini Giuseppe Nastasi (“I nostri pazienti sono fieri di voi”). Ma nella notte della solidarietà sonante sul palcoscenico del cuore c’è un posto e 16mila euro per la culla dei sogni dell’Associazione Nepios, impegnata col dipartimento di Neuropsichiatria infantile dei Riuniti di Bergamo “in un progetto di diagnosi precoce di malattie neurocognitive di bambini prematuri”, spiegano Tullia Vecchi e il primario del dipartimento Marco Pezzani; c’è un pensiero da 16mila euro per la prevenzione e la lotta ai tumori femminili dell’Anvolt (“Il nostro prossimo passo verso la Luna è l’acquisto di un ecografo”, è il sorriso del presidente Lucia Fraccaroli); c’è una racchetta per la speranza al tennis in carrozzina della Sbs Special Bergamo di Mauro Foppa e Marco Verzeroli.

Attori e spettatori della speranza applaudono. Nella notte dell’Accademia del cuore, ci sono gli applausi delle istituzioni e della politica e la richiesta di nuovi razzi per nuovi cieli. “Abbiamo varcato le Alpi, ora arriviamo sul K2”, accende la rampa l’assessore provinciale allo Sport Alessandro Cottini. “Ora dobbiamo riempire il Palasport”, alza l’asticella l’assessore regionale Daniele Belotti e prima di lui il collega Carlo Saffioti aveva ammesso che altri muscoli, “quelli cardiaci li fa battere il Vip”.

Il cuore fa luccicare gli occhi. “Il 2010 è stato un successo, ma siamo già in rampa di lancio per l’anno prossimo”, promette il presidente dell’Accademia Alessandro Masera. Omaggi all’assessore alla Cultura del comune di Bergamo Claudia Sartirani e all’assessore al Commercio Enrica Foppa Pedretti, poi il Donizetti vola nell’incanto suonato dalla New Pop Orchestra, danzato con la forza della leggerezza dai ballerini della Pavlova Ballet School e risuonato nelle voce calda di Francesca Mazzuccato, solista dell’Orchestra Franco Bagutti. Chiude la “Marcia di Radetzky” e ora la Luna è la nuova, magnifica ossessione. Vale un milione di sogni e ammicca, mai così vicina.