News

MALIZIA, PIZZABALLA, BORANGA: DA BUFFON A CONSIGLI, PORTE APERTE AL VIP

Sliding doors a Cividino, ma non è solo il gioco dei rimpianti a uscire in presa alta. I signori dei pali sono molle e hai voglia a dire che ai loro tempi si stava meglio. Loro preferiscono il presente anche se di rigori parati e dimenticati Nello Malizia, Pierluigi Pizzaballa e Luciano Boranga ne hanno parecchi, appesi alla cintura come tacche dei cowboy. Nello è cuore Atalanta, Pizzaballa l’intramontabile, Boranga il dottor ritorno, cardiologo all’Asl di Perugia con la pedana d’atletica come valvola di sfogo e due partite tra i pali, a 66 anni, “per fare piacere a un amico”. Com’è finita, l’hanno raccontata i giornali: Boranga, portiere in serie A e B negli anni Settanta (Fiorentina, Perugia, Reggiana, Cesena), è tornato a settembre, poi ha detto basta. Non l’ha detto al Vip, “sono qui per il terzo anno, è una festa fatta col cuore e mi piacciono le vostre zone”. Il cuore è di sua competenza, quello italiano tra i pali gli fa dire ancora Buffon. “Gigi alla frutta? Macchè, ha solo bisogno di nuovi stimoli, lo vedrei bene in Inghilterra. E benissimo vedo Sirigu, mi sembra più pronto di Marchetti”. Julio Cesar, Buffon, Cech, è il podio mondiale del dottore, ma è l’Atalanta, toh, a fargli rodere il fegato. “Colpa di mio figlio Eugenio, atalantinissimo. Non ho perso una partita dei nerazzurri, non ho capito perchè abbiano lasciato andare l’amico Malizia e ancora meno perchè siano retrocessi”. Non che sia l’unico, il dottor Boranga, ma la diagnosi dei mali atalantini è impietosa e riapre la porta. “Consigli mi sembra immaturo, forse un po’ presuntuoso; Coppola ha fisico e talento, ma manca di personalità. La personalità è stata fatale ai portieri dell’Atalanta”. Fatale a Boranga e al suo allievo Benassi, portiere del Perugia, è stata la coppia Cossali-Capelli, ma Boranga l’avevo detto. “Portieri tennisti? Malizia dice di essere scarso, il migliore è Pizzaballa”. Migliore sarebbe stata la vita, sospirava Nello, senza il finale al fiele. Il suo era cominciato a giugno, ciao ciao Nello, firmato Atalanta. “Prevedere questa retrocessione era quasi impossibile, squadra e società stavano crescendo  e non butterei nel fosso i due portieri: Consigli deve maturare fisicamente, lui e Coppola in B possono fare benissimo”. E Malizia? “Se l’Atalanta mi richiamasse, partirei di corsa”. Per Zingonia, of course.

Corse e rincorse. Mentre Pizzaballa, con Viscardi, chiudeva lo specchio della porta a Soldi e Plebani, Daniele Fortunato rincorreva un aquilone. “Il ricordo dei due Bortolotti, indelebile: sono stati i miei presidenti e anche per questo il Vip per me è un appuntamento fisso”. Suppergiù da 15 anni, molto meno, sorride Daniele, dovrà metterci l’Atalanta per rinascere. “Mi spiace per i Ruggeri, ci hanno messo l’anima ma di contestazioni è pieno il calcio. Percassi? Spero che l’eventuale nuovo presidente sarà bergamasco. Le radici devono restare”. Domani le radici avranno gli occhi giovani della Beretti atalantina, attesa a Cividino con Mino Favini e la dirigenza. Il futuro c’è e non ha il braccino.

 

RISULTATI

Singolare A

Cristiano Agnelli- Giulio Arici 7-5, 6-1;
Lele Messina-Umberto Bortolotti 6-3, 6-0;
Pinuccio Mauriello-Oliviero Garlini 6-4, 6-4;
Alex Pezzoli-Daniele Fortunato 6-4, 7-5,
Paolo Previtali-Mario Previtali 6-1, 6-3,
L. Ariatti-G. Carminati 7-6, 6-2,
Michele Magrin-Renato Guatterini 6-3, 6-2.
Gianluigi Viscardi-Sergio Proserpi 6-1,6-3
Barcella Marco-Marino Magrin 6-3, 6-3

 

Singolare B

Enrico Agnelli-Riccardo Selini 9-6,
Luca Fusi-Giuseppe Serlenga 9-1,
Roberto Selini-Antonio Gavazzeni 9-8,
Alfonso Esposito- Gianfranco Testa 9-1,
Stefano Panseri-Giuseppe Begnini 9-1.

 

Doppio maschile:

G. Pezzoli-F. Bagutti / G. Carminati-Ambrosini 6-2, 6-4,
Cossali-Capelli / L. Boranga-M. Benassi 6-4, 6-2,
G. Bergomi-P.  Mauriello / N. Malizia-G. Sartore 6-1, 6-2,
Trezzi-Mapelli / Fortunato- L. Fusi 6-3, 6-4,
A. Amadeo-L. Chiesa / P. Previtali-E. Bonini 6-1, 6-0,
P. Pizzaballa-E. Viscardi / E. Soldi-M. Plebani 7-6, 9-1,
Gianluigi Galimberti-Paolo Agnelli / Silvano De Rui-Alberto De Rui 6-0, 6-0.

 

Doppio misto

Silvano De Rui-Silvia Speranza / Marco Rolli-Michela Azzola 7-5, 6-4.