Blog

IL VIP PORTA LA SOLIDARIETA’ IN COMUNE: VIA ALL’EDIZIONE 2014

La solidarietà avanza testarda. “Pirandello diceva che è molto più facile essere eroi che galantuomini, perché galantuomini bisogna esserlo sempre. L’Accademia dello Sport ci mostra cosa vuol dire essere galantuomini”. Monsignor Giulio Dellavite, segretario generale della Diocesi di Bergamo, sorride al centro della sala consiliare comunale di Palazzo Frizzoni, mentre si alza il sipario sul Vip 2014, ennesima perla dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà. E’ il 23° Trofeo Achille e Cesare Bortolotti, l’8° Trofeo Giacinto Facchetti, “il primo torneo Franco Morotti” , annuncia Marco Bucarelli sollevando il velo sull’ edizione al via, da venerdì a giovedì 5 giugno al centro sportivo Mongodi di Cividino, con gran finale il 6 giugno alla Fiera di Bergamo. “Questa sala è il cuore della democrazia cittadina, aprirne le porte al torneo è un atto di stima e un riconoscimento al Vip”, spalanca la mattinata il sindaco Franco Tentorio e il Vip 2014 risponde con una serie di novità. C’è il libro di Beppe Savoldi, “Lo Ziballone”, storie e memorie della carriera di “mister miliardo”, che un giorno, spiega il bomber “ho tirato fuori dal cassetto delle idee”, e il cui ricavato andrà interamente all’Accademia dello Sport; c’è la doppia chicca del torneo, “il baby quadrangolare per under 10 e 12 e il trofeo goliardico La Pentola d’Oro che si giocherà con le pentole Agnelli invece che con le racchette”, annuncia Giovanni Licini, vicepresidente dell’Accademia e primo motore del Vip. E c’è il sorriso dei destinatari della solidarietà, amici vecchi e nuovissimi dell’Accademia, l’alfa e l’omega di tutto. C’è l’Associazione per l’aiuto al neonato, a sostegno della Patologia Neonatale dell’ospedale di Bergamo, con la dottoressa Giovanna Mangili pronta ad “acquistare due incubatrici di ultima generazione per neonati prematuri”. E ci sono le new-entry: l’Associazione Italiana Persone Down di Bergamo, col progetto “Ragazzi in gamba”, percorsi di autonomia nella vita quotidiana, raccontati dal presidente Elisabetta Scotti; l’Associazione Terre d’Europa Onlus di Pedrengo col progetto di un “centro polifunzionale per i nostri ragazzi disabili”, nelle parole del presidente Luigi Stracuzzi; e c’è l’ impianto d’aria condizionata per il reparto di Chirurgia dell’Ospedale di Alzano, “che garantirà ai nostri pazienti benefici clinici” spiegano il primario Antonio Piazzini e il direttore generale del Bolognini di Seriate, Amedeo Amadeo.

Destinatari nuovi, formula antica, successo perenne. Con 300 giocatori e una nuova benzina nel motore, dice Licini, “le parole di Papa Francesco che nell’udienza generale in Piazza San Pietro, a marzo, ci ha salutato con affetto. Quelle parole sono la nuova linfa per andare avanti”. Avvicinando il milione di euro, dopo averne devoluto 875mila dal 2002 e magari “arrivando a due milioni” è l’augurio dell’assessore provinciale Alessandro Cottini e del suo omologo comunale Danilo Minuti perché, dice Minuti, “la bontà dell’Accademia è quell’ondata emotiva che arricchisce il territorio”.

Sotto gli occhi di Seila Tv, canale ufficiale del torneo, il Vip 2014 arricchirà la bacheca di Christof Innerhofer, Massimo Carrera e Tiziano Brugnoli, premi Platinum Vip e Golden Vip dell’anno, mentre il premio Golden Vip per la ricerca scientifica andrà ai medici dell’ospedale di Bergamo Antonello Gavazzi e Paolo Ferrazzi. Come sia possibile che nel pantano della crisi la macchina del Vip continui a correre, con amici e sponsor, non è un mistero, dice Angelo Piazzoli, segretario generale della Fondazione Creberg e primo “partner” del Vip. “Non sponsor, sostenitori. Qui non si fa marketing, solo solidarietà”. Quella dell’Accademia ormai “è una tribù”, dice orgoglioso il presidente Alessandro Masera, e la tribù della solidarietà da venerdì a Cividino è pronta a tornare in ballo.