HOME News Solidarietà

L’Accademia all’hub vaccinale di Chiuduno: 30 volontari pronti a prendere servizio

Pronti per una nuova avventura al fianco del personale dell’Asst Bergamo Est nell’ hub vaccinale di Chiuduno. I volontari dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà sono stati ospiti nel polo fieristico protagonista della campagna vaccinale che sta coinvolgendo gli Over 80 e le persone dei paesi del bergamasco da più tempo in zona “arancione rinforzata”, quelli vicino al lago d’Iseo.

La macchina organizzativa nell’impianto chiudunese sta ingranando sempre di più e 30 volontari dell’Accademia saranno presenti due giorni alla settimana dalle 8 alle 20, impegnati in diverse fasi dal parcheggio fino all’ultimo atto, l’attesa di un quarto d’ora per gli utenti dopo il vaccino. Giovanni Licini e i collaboratori sono stati accolti all’ingresso della struttura dal direttore generale dell’Asst Bergamo Est Francesco Locati e dalle sue collaboratrici.

“Ancora una volta l’Accademia ha risposto presente a supporto di un’iniziativa fondamentale per il territorio –spiega Locati-. Il 2020 è stato un anno difficile, nel quale Licini e tutti i suoi sostenitori non ci hanno fatto mancare il loro aiuto nei mesi più duri della pandemia. Il noleggio della tac mobile, l’impianto dell’ossigeno, l’aiuto al laboratorio di Calcinate e ora un supporto concreto dei volontari che sanno sempre mettersi in gioco: il nostro grazie va a voi, perché ancora una volta dimostrate con i fatti il vostro sostegno ai bergamaschi. La macchina organizzativa è rodata e sta entrando nel vivo per rispondere alle richieste e ci aspettano mesi di grande attività: siamo in una struttura di 3800 mq che a regime ci permetterà di arrivare ad un massimo di 2500 vaccini giornalieri su 22 linee vaccinali”.

I volontari dell’Accademia hanno seguito con attenzione tutte le indicazioni delle dirigenti presenti nella struttura, pronti ad iniziare la lori attività al servizio degli utenti che arriveranno a Chiuduno. “Il lavoro dei volontari è fondamentale –spiega Adriana Alborghetti, direttore DPSS Asst Bergamo est-. Per noi significa avere un supporto indispensabile concentrando il nostro personale su tutta la fase fondamentale della somministrazione dei vaccini. La gente è contenta, capisce cosa deve fare e segue con precisione le regole”. “In questa struttura arriviamo ad avere operative un massimo di 75 persone -spiega Milena Mauri, responsabile area programmazione-controllo Asst Bergamo Est-. Bisogna sapere adattare il personale alle esigenze che riscontriamo di giorno in giorno: il trend ora è in crescita con sempre più vaccini in arrivo, abbiamo a disposizione 22 linee e 18 box medici”. Il saluto finale è quello di Giovanni Licini, deus ex machina dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà: l’associazione bergamasca ha contributo anche per la realizzazione dell’ hub vaccinale che aprirà a Clusone, sempre su iniziativa dell’Asst Bergamo Est, negli spazi offerti gratuitamente dalle suore dell’Istituto Figlie della Sapienza di via Trieste 12-14. L’allestimento degli spazi in Valle Seriana è stato realizzato grazie all’ampia disponibilità di Marzio Carrara, patron della Cpz di Costa di Mezzate, che ha messo a disposizione arredi e attrezzature particolari.

“Saremo sempre presenti ad ogni vostra chiamata –spiega Licini ai dirigenti dell’Asst Bergamo Est-. I ricordi di un anno fa sono ancora impressi nella nostra mente: abbiamo sentito l’esigenza di aiutare la nostra popolazione e continueremo a farlo anche quest’anno. Contiamo di raccogliere altri fondi dalle 6 gare di golf che organizzeremo da aprile a settembre: tutto il ricavato verrà devoluto per le attività di assistenza del territorio, finanziando i progetti più urgenti”.