HOME News Solidarietà

L’Accademia vicina ai City Angels Bergamo: 5mila euro per l’acquisto di un nuovo pulmino

Ancora una volta l’Accademia è corsa in aiuto ad un’associazione del territorio bergamasco. L’appello lanciato in questa seconda parte del 2020 dai City Angels Bergamo è stato accolto dall’Accademia dello Sport per la Solidarietà, che ha donato 5 mila euro per l’acquisto di un nuovo pulmino per il gruppo di volontari di strada d’emergenza.

A inizio agosto i City Angels Bergamo avevano attivato una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme, finalizzata all’acquisto di un’unità mobile più funzionale e pratica per lo svolgimento della loro attività benefica in città. 

Una necessità che per i City Angels Bergamo, onlus attiva da sei anni sul territorio, si era fatta ancora più impellente nei mesi più difficili della pandemia, quando alla raccolta e distribuzione di vestiti, cibo, bevande e coperte per i senzatetto si è aggiunta anche la consegna della spesa alimentare e di farmaci alle persone anziane o isolate in casa. 

“Abbiamo sempre fatto fronte al problema con una grande organizzazione – spiega Francesco Graziano, coordinatore dei City Angels Bergamo – Ma le necessità sono cambiate e ci stiamo muovendo sempre più, in accordo con il Comune di Bergamo e la Polizia Locale, anche nelle periferie della città. Un’unità mobile, un pulmino, diventa fondamentale in questo momento in cui il materiale da portare è molto: così dallo scorso dicembre abbiamo iniziato a contattare tantissime aziende, circa 120, per vedere se qualcuna potesse darci una mano e finanziarne l’acquisto. Abbiamo ricevuto cinque risposte, di cui solo una positiva, ma non ci siamo fermati. Avevamo in programma una nuova campagna di autofinanziamento con l’inizio dell’anno, poi sappiamo tutti cosa è successo”. 

Con la diffusione del Covid-19 e il primo lockdown, i City Angels sono entrati a far parte della rete Bergamo X Bergamo, sotto la direzione dell’assessorato alle Politiche Sociali: “In quel periodo, oltre all’attività in raccordo con il Comune, venivamo contattati anche direttamente dai cittadini che ci chiedevano una mano: la nostra area di servizio si è concentrata in particolare nel quartiere della Celadina”. 

In estate, infine, l’apertura della campagna su Gofundme: “Purtroppo abbiamo raccolto poco meno di 2.400 euro su un obiettivo di 10mila che ci eravamo posti, comunque non sufficiente all’acquisto di un mezzo nuovo – continua Graziano – Non ci siamo persi d’animo, cercando aiuto in un altro modo. Vista la grande attività benefica fatta negli anni, e soprattutto in questo ultimo periodo a contrasto della diffusione del Coronavirus, abbiamo contattato Giovanni Licini e la sua Accademia dello Sport per la Solidarietà di Bergamo: in pochi giorni ci hanno garantito una donazione da cinquemila euro, che ha sbloccato un po’ la situazione. Altri fondi, poi, sono in arrivo dal Comune di Bergamo e presto, quindi, potremo avere a disposizione il mezzo che utilizzeremo per svolgere i servizi già attivati duranti lockdown in primavera e per le nostre classiche attività serali”.