HOME News Solidarietà

Smontato il silos dell’ossigeno in Fiera, arrivato in città grazie all’Accademia

Era il 30 marzo del 2020, in piena emergenza Covid-19, quando Bergamo si preparava in pochi giorni ad allestire l’ospedale alpino da campo grazie all’aiuto fondamentale dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà. Alla Fiera di via Lunga arrivò un silos con un intervento della multinazionale francese Air Liquide, che garantì l’assistenza respiratoria ai circa 140 pazienti che potevano essere ospitati.

Un risultato concreto reso possibile dai grandi sforzi dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà e da tutti gli amici che l’hanno sostenuta in quella impresa, uno dei tanti interventi grazie all’iniziativa “Diamo una mano alla nostra gente”, che permise di raccogliere 1milione e 107mila euro per le strutture sanitarie del territorio.

Mentre i numeri della campagna vaccinale continuano a crescere al Presidio in Fiera sono in corso le operazioni di smontaggio del silos dell’ossigeno, utilizzato per far fronte all’emergenza Covid: nel Padiglione B della struttura di via Lunga, con il coordinamento dell’ufficio tecnico dell’ospedale, sono in corso i lavori di smontaggio per il ripristino dell’area utilizzata come presidio ospedaliero per la Terapia Intensiva.

Se ne va un simbolo di quelle settimane, della lotta che il popolo bergamasco aveva messo in atto contro il virus. Grazie ad una vaccinazione che in bergamasca sta toccando numeri soddisfacenti la vittoria è quasi vicina, grazie all’Accademia l’emergenza iniziale è stata gestita nel modo migliore per salvare più vite possibili.