HOME News Solidarietà

Stanze d’albergo a medici e operatori sanitari bergamaschi: il gesto di cuore degli amici della Val Pusteria

Il giusto premio per chi ha messo in pericolo la propria vita per salvare quella altrui nel corso della bufera, un’idea nata dagli albergatori della Val Pusteria e precisamente del paese di Monguelfo – Tesido- Val Casies in collaborazione con l’Accademia dello Sport per la Solidarietà.
Nel mese di settembre, precisamente a partire dal giorno 7, una quindicina di hotel della Val Pusteria in provincia di Bolzano, metteranno a disposizione gratuitamente una delle loro stanze ai medici, infermieri e familiari degli ospedali bergamaschi.
“L’amicizia anche questa volta è venuta prima di ogni cosa – spiega Harald Eberhofer titolare dell’ Hotel Christof, promotore dell’iniziativa e Vicepresidente dell’associazione turistica-. Volevamo ricambiare tutto quello che Giovanni Licini ha fatto per noi in questi anni, organizzando sfide a tennis e invitando nel nostro paese tanti ospiti poi diventati amici. Abbiamo visto da lontano il suo grande lavoro e quello dell’Accademia nel raccogliere fondi in piena emergenza Coronavirus, così ho deciso di coinvolgere altri albergatori. Abbiamo pensato che questo nostro piccolo gesto potesse dare sollievo a chi ha lavorato duramente negli Ospedali in quei mesi tremendi”.

Il legame che si è instaurato tra il paese incastonato nella splendida vallata ricca di bellezze naturali, la sua gente e i suoi albergatori con Giovanni Licini e l’Accademia dello Sport è stato qualcosa di particolare, frutto di una vera amicizia che si è andata consolidando negli anni. Nel 2017 furono ospitate le famiglie di Amatrice dopo la pesante prova del terremoto: questa volta toccherà invece a medici e infermieri degli Ospedali di Bergamo, Seriate e Treviglio, oltre a quello da campo degli Alpini della Fiera, per un totale di una trentina di persone. Nel corso del 2020 la sottoscrizione dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà ha superato il milione e 100 mila euro in favore delle strutture ospedaliere bergamasche.
“Ancora una volta il paese di Monguelfo-Tesido- Val Casies si è dimostrato vicino all’Accademia dello Sport per la Solidarietà e di questo gliene siamo grati –spiega Giovanni Licini-. Così come siamo orgogliosi dei nostri medici e infermieri, che abbiamo supportato e aiutato in quelle settimane terribili con le donazioni della nostra associazione e l’arrivo di materiale utile a superare la crisi”.