Blog

STELLE DELLA MUSICA E SOLIDARIETA’, L’ACCADEMIA INFIAMMA IL PALACREBERG

Lo sport è vita”: con questo slogan l’Accademia dello Sport per la Solidarietà si presenta al PalaCreberg. Poche parole, ma un grande messaggio trasmesso con un emozionante video che ripercorre i momenti e l’attività dello scorso 2015, mostrando il valido progetto a cui si è dedicata con serietà e dedizione l’associazione capitanata da Giovanni Licini. Un progetto che si aggiunge a tutti gli obiettivi centrati negli ultimi 12 anni con la raccolta benefica e fa non solo tagliare ma già oltrepassare il traguardo di 1 milione di euro. Un passo storico impreziosito ulteriormente da un’altra entusiasmante notizia che arriva, come la classica “ciliegina” sulla torta direttamente dalla voce della “guest star” Roby Facchinetti: il Presidente di RTL 102.5 Lorenzo Suraci annuncia la sua vicinanza all’Accademia dello Sport che da oggi ha quindi una radio ufficiale (e che radio!), la prima a livello nazionale con più di 6 milioni di ascoltatori quotidiani.

Uno spettacolo assoluto che ha avuto in Marco Bucarelli e nella speaker di RTL 102.5 Laura Ghislandi i magistrali timonieri. Sul palcoscenico una straordinaria Orchestra Bagutti che fa rivivere i successi di Mia Martini, Lucio Battisti e Lucio Dalla; molto applaudita anche la fisarmonica di Matteo Bensi ne “Il Barbiere di Siviglia”. Magica Bianca Atzei che propone “Il Solo al Mondo” canzone presentata a Sanremo 2015, insieme alla cover di “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco e altri brani del suo ultimo album “Bianco e Nero”. Tocca poi ai Dear Jack che elettrizzano con le loro hit tra cui “Mezzo Respiro” in gara all’ultimo Festival di Sanremo e la cover di “Un Bacio a Mezzanotte” del Quartetto Cetra. E la chiusura non poteva che riservare una sorpresa, una di quelle con la “S” maiuscola: Roby Facchinetti che festeggia i 50 anni dei Pooh cantando “Pensiero” insieme a Franco e Gianmarco Bagutti unitamente a tutta l’Orchestra e al pubblico in visibilio.

In platea altri super ospiti come il campione di golf Costantino Rocca, il direttore d’orchestra Bruno Santori e tutte le associazioni destinatarie del progetto sport e disabilità: il CSI e l’Ospedale Papa Giovanni XXIII con il presidente Vittorio Bosio e il direttore sanitario Dr. Fabio Pezzoli, la Fondazione Emilia Bosis con il Dr. Carlo Saffioti, Special Bergamo Sport con Mauro Foppa e ancora la PHB, la Polisportiva Oratorio Bagnatica, il Centro ippico Cascina del Sole, l’Associazione Omero, l’Associazione Spazio Autismo e Segui l’Orma.

Tra le autorità intervenute sul palco il Presidente del Comitato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica, Sen. Giacomo Stucchi, il Sen. Nunziante Consiglio e l’Assessore regionale Claudia Terzi oltre all’Assessore del Comune di Bergamo Carolina Marchesi al presidente del Coni Lombardia, l’olimpionico Oreste Perri – “Non si arriva primi sempre e solo per vincere. Si può arrivare primi anche fermandosi ad aspettare chi ne ha bisogno. Ringrazio personalmente l’Accademia perché fa vivere a questi ragazzi la propria vita da protagonisti, una vita che senza lo sport sarebbe vissuta da spettatori quindi grazie per quello che state facendo”-. Significative anche le parole di Mons. Giulio Dellavite, segretario generale della Curia di Bergamo –“Abbiamo forti clacson che nascondono piccoli motori, l’Accademia dello Sport è un motore enorme che non fa rumore ma fa musica e, rubando un detto di RTL, loro si che sono Very Normal People!”.
Una serata da “prima pagina” con cui l’Accademia dello Sport per la Solidarietà dà il benvenuto a un 2016 che riserverà ancora grande impegno, tanti eventi e idee già in un cantiere che non si ferma mai.

DSC_8705