News Solidarietà 2012

BERGAMO ACCADEMIA DELLA SOLIDARIETA’: IL CUORE VOLA AL 2013

Città Alta di nome, ma soprattutto di fatto. Alta di cuore, di generosità. “Nel 2012 non contano le parole, contano i numeri. Aver donato 100mila euro anche quest’anno, in tempi mai così difficili, conferma che Bergamo è la capitale della solidarietà”. Il cuore di Bergamo che abbraccia l’orizzonte da Città Alta nel video che ha aperto la cerimonia di consegna del ricavato del Vip 2012 è l’orgoglio senza lustrini dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà e del suo vicepresidente Giovanni Licini. “Non è il momento dei lustrini, ma della sobrietà”, dribbla le celebrazioni Licini e per questo l’Accademia ha scelto la sala del Centro Culturale San Bartolomeo per aggiungere la bandierina del 2012, altri 100 mila euro, sulla cima della speranza, che dal 2002 ha raggiunto quota 800mila euro. Fatti, non cotillons, nella serata condotta da Marco Bucarelli, soprattutto sorrisi sonanti. Quarantacinquemila euro all’Associazione Amici dell’Oncologia della Val Seriana e della Valcavallina e al suo progetto di nuovi posti letto per la Casa d’Accoglienza “Don Aldo Nicoli” di Alzano, il resto del cuore ai ragazzi raccolti ogni notte per strada da don Fausto Resmini della Comunità Don Milani di Sorisole, ai sogni spezzati dal terremoto in Emilia, con due case mobili già consegnate a giugno, e al progetto dei semafori acustici per non vedenti in città, in collaborazione col Comune di Bergamo e l’Associazione Ciechi. “L’Accademia sa giocare bene anche col cuore, è campione di carità”, è stata la carezza di monsignor Umberto Midali, delegato vescovile, e il suo sorriso si è unito a quello della politica e delle istituzioni. “Le risorse sono poche, le necessità tante e dove non arrivano le istituzioni c’è bisogno della società civile”, è l’assist alla speranza di Carlo Saffioti e in effetti la speranza è l’antidoto contro la crisi. Speranza che la partita dell’Accademia “continui anche l’anno prossimo”, è l’auspicio dell’assessore provinciale allo Sport Alessandro Cottini; speranza che ci “sia una statua per l’Accademia del milione di euro”, scherza ma non troppo l’assessore comunale allo Sport Danilo Minuti; speranza “è la parola da cui ripartire perché l’esempio dell’Accademia dimostra quanto sia concreto il collante della solidarietà”, è l’orgoglio di Angelo Piazzoli, direttore generale del Credito Bergamasco, da anni primo compagno di viaggio del Vip. Bergamo capitale della solidarietà applaude la sua Accademia, ma a Bergamo l’Accademia chiede di restare in squadra nonostante i venti e la buriana. “Perché questo è un risultato straordinario, ma è sempre il gruppo a vincere”, rilancia Licini e il presidente dell’Accademia Alessandro Masera estrae una promessa dal cilindro. “Dare è il vero premio, e noi vogliamo continuare a farlo, perciò stateci vicino”. Ci sono altre bandiere da piantare in vetta, altri sorrisi da far sbocciare.